√ Le Slide Illustrative per “Il Guardaroba Perfetto per la Propria Forma del Corpo”

Le Slide illustrative per Il Guardaroba Perfetto per la Propria Forma del Corpo


Miei carissimi quattro follower,

Dando il via, dal prossimo post, alla illustrazione di quello che dovrebbe essere il Guardaroba Perfetto per la nostra amica Cate ho pensato che sarebbe tornato utile anche ad alcune di  voi allargare tale analisi alle altre tipologie di donne che costituiscono le diverse Forme del Corpo, dando vita così ad una serie che avrei pensato di intitolare  “Il Guardaroba Perfetto per la propria Forma del Corpo”.

Pertanto, al fine di avere un’idea un po’ più chiara di come si svilupperà tale serie ho creato delle slide che ne illustrerebbero il contenuto futuro.


xoxo
M. Agatha


Le Slide illustrative per Il Guardaroba Perfetto per la Propria Forma del Corpo


Il Guardaroba Perfetto Per La Propria Forma Del Corpo

IL GUARDAROBA PERFETTO PER LA PROPRIA FORMA DEL CORPO




Miei carissimi quattro Follower,

Ieri con la mia amica Tiziana, incoraggiata dal pomeriggio più che primaverile, mi sono concessa il piacere di una lunga passeggiata nel centro di Firenze, con sosta caffè nel mio bar preferito nei pressi di Sant’Ambrogio.


IL GUARDAROBA PERFETTO PER LA PROPRIA FORMA DEL CORPO

IL GUARDAROBA PERFETTO PER LA PROPRIA FORMA DEL CORPO


#A A–Line Dress - - - Abito a Trapezio



L’originale A-Line Dress prende il nome dalla forma triangolare di questo abito – stretto sulle spalle e poi gradualmente sempre più largo sino all’orlo, ignorando sia il punto vita che la linea dei fianchi – che richiama alla mente, appunto, la silhouette  della lettera A.



L'Alfabeto della Moda





Miei carissimi quattro follower,

Cosa ne direste se provassimo ad elencare un Alfabeto della Moda?






4 Punto: Il Nostro Guardaroba Perfetto. #4 La Disponibilità Economica



Miei carissimi quattro follower,

Quando anni fa andavo, con la mia amica Manuela, tutte le mattine, a correre nel parco delle cascine ho avuto modo di conoscere, nelle numerose pause, due ragazze che poi son diventate delle mie care amiche, Sara e Giovanna.

Sara, come me in leggero in sovrappeso, capelli ramati e occhi verdissimi, al tempo frequentava lettere con il desiderio di voler divenire, un giorno, archeologa. Invece Giovanna, anch’essa di Firenze, alta, slanciata con occhi e capelli nerissimi, aveva appena finito le superiori e cercava lavoro